Comune di Negrar di Valpolicella

VisibilitÓ attraversamenti pedonali

07/12/2015

D: Nelle ore notturne e di scarsa visibilità ritengo che gli attraversamenti pedonali debbano essere opportunamente illuminati, per rendere ben visibili i pedoni che si accingono ad attraversare la strada. Una buona visibilità dei pedoni in transito è sinonimo di sicurezza. 
Come pedone è infatti proprio sulle zebre che mi sento “sicuro”, ritenendolo uno spazio dedicato ma spesso non è rispettato dai veicoli in transito: un esempio sulla strada provinciale all’altezza di Via D’Azeglio, questo succede sovente. Per i conducenti diretti verso nord si considerano come terminate le disposizioni in merito di velocità proprie del centro urbano, per chi è diretto a Verona sono gli ultimi metri per recuperare quei secondi necessari per arrivare “prima”…
L’autovelox forse non è nella posizione più felice ma non essendo tecnico lascio al professionista il compito di appurarlo.
Altro sito ad alto rischio la strada che da Verona porta ad Arbizzano all’altezza della gelateria K2 anche se in realtà sono molteplici i passaggi pedonali a “rischio”.
Chiedo quindi, affinché l’attraversamento risulti ben visibile anche a distanza e sia percepito dai conducenti (compreso lo scrivente) che sopraggiungono, come un punto singolare cui prestare attenzione, che l’area dell’attraversamento pedonale sia opportunamente illuminata e abbia un illuminamento superiore a quello della strada almeno due o tre volte superiore come peraltro consigliato dalla EN13201-2 e dalle linee guida nazionali. 
Qualche controllo e qualche sanzione in più non sarebbero cosa sgradita, controlli che dovrebbero coinvolgere i conducenti di mezzi, siano essi a quattro o due ruote (biciclette comprese) ma anche i pedoni.


R: Le problematiche da lei segnalate sono all'attenzione dell'amministrazione comunale che ha intrapreso un percorso per migliorare la sicurezza degli utenti della strada, con particolare attenzione agli utenti fragili come i pedoni ed i
ciclisti.
L'investimento necessario per il miglioramento della visibilità degli attraversamenti pedonali è un intervento che deve rientrare nella programmazione delle opere da realizzare ma che deve essere contemperato con altre iniziative altrettanto importanti e che deve tener conto, oltre che di una scala di priorità, anche delle risorse a disposizione. 
Per evitare di dare risposte episodiche senza un filo logico che le tenga unite, è stato avviato un percorso partecipato con la cittadinanza, con attività di studio e progettazione di interventi per il miglioramento della mobilità su tutto il territorio comunale.
Entrando nello specifico della sua richiesta si fa presente che l'impianto semaforico che regola l'attraversamento pedonale all'intersezione con via D'Azeglio sarà presto modificato. Anziché perennemente a lampeggio salvo la
chiamata pedonale, il semaforo sarà attivato normalmente, con il verde prioritario sulla provinciale ed il verde per chi esce da via D'Azeglio a chiamata in caso di veicolo che si approssima alla linea d'arresto o in caso di chiamata da parte dei pedoni. Quindi non accadrà più che il rosso per i veicoli che devono dare la precedenza ai pedoni appaia improvvisamente dal giallo lampeggiante, impedendo di fatto un arresto tempestivo dei veicoli.
Il box misuratore della velocità sarà spostato in altro punto ed era stato collocato in quel punto per ovviare alla mancata autorizzazione da parte della Provincia quale ente proprietario della strada e per dare risposta a quanti segnalavano una velocità eccessiva nei pressi della scuola primaria (prima della realizzazione dell'attraversamento rialzato con pavimentazione diversa).
Per l'attraversamento pedonale in corrispondenza della gelateria K2 ad Arbizzano è opportuno ricordare che lo stesso è illuminato da un lampione installato dalla ditta prioritaria dell'immobile/dell'attività, dato che la zona non è servita dalla rete di pubblica illuminazione.
Penso converrà che, in una scala di priorità, attraversamenti pedonali situati ad esempio in via Valpolicella lungo la discesa di Arbizzano, che collegano la frazione da una parte all'altra della stessa, rispetto a quello a servizio di una attività commerciale, arrivino prima. Così come altri situati lungo la SP 12
nel tratto che attraversa il centro abitato del capoluogo.
Certo è che, disponendo delle risorse necessarie, l'amministrazione comunale non esiterebbe ad investire sul miglioramento della visibilità degli attraversamenti pedonali, come fatto ad esempio per l'attraversamento in prossimità dell'ingresso di Valfiorita o del gommista, per parlare della SP 4.
Per quanto riguarda i controlli da parte della Polizia Locale, tenendo conto del ridotto numero di personale a disposizione rispetto a quanto necessiterebbe un comune delle dimensioni di Negrar, si fa il possibile. Questo non significa che non si cercherà di fare di più e meglio.
Ringraziandola per la segnalazione, che sarà tenuta in debito conto in sede di programmazione degli interventi.