Comune di Negrar di Valpolicella

Detrazioni su aliquote

02/12/2012

D: Mio marito ha la residenza nel comune di negrar. Io risiedo nel comune di verona con i miei figli. A giugno mio marito ha pagato l'acconto imu con l'aliquota agevolata prima casa perché la circolare 3d/f prevedeve tale casistica (io ho fatto altrettanto per il comune di verona). Come si regola il comune di negrar in via definitiva?
Se un coniuge ha già beneficiato dell'aliquota e della detrazione per un comune diverso, l'altro coniuge puo' godere della riduzione di aliquota anche per la casa dove risiede lui?


R: L'art. 13 comma 2 del D.L. 201/2011 come modificato dal D.L. 16/2012 stabilisce: " Per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l’abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile.
La circolare Ministeriale 3/DF accenna: " Il legislatore non ha però, stabilito la medesima limitazione nel caso in cui gli immobili destinati ad abitazione principale siano ubicati in comuni diversi, poiché in tale ipotesi il rischio di elusione della norma è bilanciato da effettive necessità di dover trasferire la residenza anagrafica e la dimora abituale in un altro comune, ad esempio, per esigenze lavorative".
Tra quanto stabilisce la norma e quello che accenna la circolare, sicuramente ha più valore quello che prevede il D.L. 201/2011; la circolare non ha valore legislativo ma è solo un parere di parte. Pertanto l'abitazione principale può essere una sola, dove il nucleo familiare dimora abitualmente e risiede anagraficamente. Su questo punto ci sarà probabilmente del contenzioso appunto per questo contrasto tra quello che stabilisce la norma e quanto ribadito dalla circolare.